le leggende dei fiori

mimosa.jpg LA MIMOSA

Forse  la mimosa è il fiore per cui crediamo che i fiori abbiano un’anima,una sensibilità:il suo nome ricorda il mimo e il mimetismo, è stata cosi battezzata perchè appena si toccano i suoi piccoli fiori gialli, tondi come palline, questi si contraggono, come se sentissero e avvertissero qualcosa.Conosciuta come albero dei sogni la mimosa sembra favorire i sogni premonitori.Gli sciamani consigliavano infatti posizionarne un rametto  proprio sotto il cuscino se si voleva vedere e quindi prevedere,in sogno i fatti o avvenimenti riguardanti il proprio futuro.E forse questo è il motivo per cui se viene offerta tra il 15 e il 21 gennaio,indica il desiderio di augurare alla persona che li riceve di vedere realizzarsi i propri desideri il più presto possibile.Ma la mimosa è anche un simbolo di sicurezza materiale , di benessere, di longevità, ecco perchè è un fiore che si offre alle persone anziane.






mughetto-bianco.jpg

IL MUGHETTO
Questo fiore profumatisimo di colore bianco, è uno dei fiori spontanei più apprezzati e cresce nelle zone ombrose del sottobosco dell’emisfero settentrionale.Anticamente conosciuto come- ”giglio della valle” o ”giglio di maggio”-quest’ultimo, dovuto al fatto che fiorisce nel mese di maggio, come indica il suo nome  scientifico ”cavallaria majalis”, dove majalis significa appunto ”di maggio”-il mughetto viene molto utilizzato per la decorazione di parchi e giardini e sfruttato dall’industria farmaceutica per la produzione  di medicinali tonificanti per il cuore.Il mazzetto di mughetto è chiaramente considerato portafortuna e, come tutti sanno, si offre solitamente il 1° maggio.Tale tradizione risale a un’epoca molto remota quando, cioè,alla dea romana Maia-il cui mito si ispirava alla dea greca della Terra Gaia-erano dedicati i primi giorni di maggio.Allora si piantavano degli alberi verdi fioriti in suo onore, simboli di eterna giovinezza,per ottenere dalla dea una messe abbondante nella stagione successiva.Si può quindi offrire un mazzo durante la diciottesima settimana dell’anno tra il 30 aprile e il 6 maggio, sia come portafortuna , sia per augurare un abbondante raccolto-d’amore , soldi, piaceri- alla persona che lo riceve.








le leggende dei fioriultima modifica: 2009-03-26T21:06:00+00:00da cucciola-55
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento