leggende e fiori

myosotis_alpestris.jpg IL MYOSOTIS

Dal greco muosoton, significa, letteralmente , ”orecchio di topo”dato che la forma delle foglie di questa pianta ricorda esattamente quella delle orecchie  dei topi .E’ dotato di graziosi fiori azzurri a 5 petali disposti a spiga e stretti gli uni con gli altri.Noto anche  con il  soprannome di ”erba d’amore”è facile comprendere quale tipo di messaggio si possa inviare offrendolo a una persona a noi cara.L’amore che si sottolinea con questo gesto è,però,l’amore eterno,che il tempo non vince,non lacera,anzi,rafforza e solidifica.Infatti, secondo antichissime tradizioni, il myosotis è anche il fiore della memoria e del ricordo,da qui il suo nome più comune”non-ti-scordar-di-me”.Allora avete una duplice scelta:se volete offrirlo a una persona a voi cara per indicarla di nn averla dimenticata e quindi per ricordarla ,potete fare questo gesto tra il 24 febbraio e il 4 marzo,ovvero in quel periodo dell’anno in cui il sole transita nel segno dei pesci, la terra diventa più sensibile,le giornate si allungano le prime nevi cominciano a sciogliersi;se invece è vostra intenzione giurare fedeltà alla persona a voi amata, quale miglior gesto se non regalarle,sempre durante la stessa settimana un bellissimo mazzo di myosotis?Nel primo caso, le dite , appunto ”non ti scordar di me” mentre nel secondo ”non ti scorderò mai”.










narcissus dubius narciso dubbio.jpg.JPGIL NARCISO
Il suo nome è associato a un mito greco raccontato da Ovidio nelle Metamorfosi.Etimologicamente,ha la stessa radice di ‘narcotico’,narkè,che significa stordimento , torpore.Si tratta di un fiore a sei petali bianchi, con pistillo giallo,su un lungo stelo che può addirittura arrivare sino a 40 centimetri di lunghezza.Il narciso possiete quindi virtù tranquillanti , che , però,a dosi elevate possono rivelarsi mortali.Il mito greco a esso collegato narra che , alla sua nascita,i genitori di Narciso, un fanciullo bellissimo,consultando l’indovino Tiresia sul suo destino,appresero dalla sua bocca che il loro figlio sarebbe morto in tarda età, a condizione però che nn vedesse mai il suo aspetto.Disdegnando il mondo e l’amore,Narciso non seguì i consigli dell’indovino e morì contemplando la propria immagine, di cui si era follemente innamorato.Alla sua morte apparve il fiore che oggi porta il suo nome.Quindi ,il narciso simboleggia l’egoismo l’indifferenza.Ma non per questi motivi,naturalmente che lo si offre tra il 28 maggio e il 3 giugno, è anche il fiore dei poeti,e, quindi del sogno,dell’immaginazione della creazione.Proprio per tale motivazionelo si può anche offrire per festeggiare una nascita.

Glitter Graphics – GlitterLive.com

leggende e fioriultima modifica: 2009-04-26T17:43:00+00:00da cucciola-55
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento